Carica clima
07/02/2008
Carica clima
La soluzione che consente una rapida ricarica dell'aria

Il climatizzatore, in tutte le stagioni, permette di ridurre il tasso di umidità nell'abitacolo impedendo l'appannamento dei vetri quando piove oppure quando viene inserito il ricircolo per un periodo abbastanza lungo.
Se la temperatura dovesse scendere troppo, si può, naturalmente, utilizzare il riscaldamento per riportarla a livelli confortevoli. I fattori che concorrono alla formazione di odori sgradevoli nell'impianto di climatizzazione sono tre: la presenza di batteri nell'evaporatore, l'ossidazione dell'alluminio (con il quale l'evaporatore è realizzato) e l'eventuale presenza di residui di tabacco.

Con la diffusione del climatizzatore su tutte le vetture, molti utenti hanno ancora una scarsa dimestichezza con questo utilissimo accessorio, fanno fatica a comprenderne il funzionamento e per questo sono addirittura portati a considerare anomalie, tipologie di funzionamento del tutto normali. Per sfruttare al meglio le potenzialità dell'impianto è indispensabile, prima di tutto,  consultare con la massima attenzione il manuale delle istruzioni d'uso e poi tener conto di alcune semplici considerazioni.

Il condizionatore contiene un gas che evapora naturalmente del 20% all'anno. Nel giro di 2 anni, la perdita di gas è tale che l'aria soffiata non è più abbastanza fredda. Evitate l'avaria dei circuiti dei climatizzatori per auto,una forte mancanza di gas può causare un grave danno al circuito. Il condizionatore comprende un filtro disidratatore che assorbe l'umidità. Nel giro di due anni il filtro si satura e può provocare,
se non sostituito, un guasto al compressore.

L'operazione va fatta da specialisti, che dispongono di un'apposita macchina che estrae il fluido dall'impianto, lo pesa, lo filtra e lo reintroduce nel circuito, integrando la quantità che manca con fluido fresco.


Per eseguire una ricarica o comunque un controllo al suo climatizzatore acceda all’agenda per prenotare un appuntamento.
Presso il nostro centro la ricarica del gas refrigerante costa soltanto € 60,00 + IVA.

 


Alcuni consigli
Dopo aver avviato la vettura è del tutto inutile (anzi controproducente) regolare impazientemente la temperatura al minimo (d'estate) o al massimo (d'inverno) sperando così di raggiungere in minor tempo il clima realmente desiderato.


Come risultato si otterrebbe soltanto di dover correggere nuovamente la temperatura man mano che passano i minuti, con l'impianto che non riuscendo a interpretare le istruzioni, si troverebbe sempre a inseguire le nostre richieste.


Per accelerare il raffreddamento dell'abitacolo, ripartendo, per esempio, da un parcheggio, viaggiate per un paio di minuti con i finestrini abbassati, così da espellere rapidamente l'aria rovente.
Se il condizionatore è manuale, inserite contemporaneamente il ricircolo e regolate il ventilatore su una velocità intermedia, per passare, dopo circa un minuto, alla massima velocità.

Una volta raggiunta la temperatura ideale, ricordate di disinserire il ricircolo, per migliorare l'ossigenazione dell'abitacolo. I sempre più diffusi filtri antipolline rendono ancor più indispensabile l'uso del condizionatore.
Assorbono, infatti, l'umidità esterna e la rilasciano nell'abitacolo appena la ventola inizia a funzionare.

Gionata Biagioli

In Evidenza
20/02/2008
News

Attivo il nuovo ed esclusivo servizio di Biagioli Carservice per la prenotazione online di appuntamenti.

News
21/02/2008
News

Da oggi organizzare Il SERVICE per la tua automobile non è più un problema.

 

Contatti: 335773
AGG.: 30/05/2010
NaNpx; border:1px solid #eeeeee; background:#f5f5f5;' id='banneralt'>

Biagioli

  • Valid XHTML 1.0 Strict
  • Valid CSS
  • Level A conformance icon, 
						  W3C-WAI User Agent Accessibility Guidelines 1.0
info@biagiolicarservice.it