Equilibratura e convergenza
07/02/2008
Equilibratura e convergenza
Il miglior assetto per una perfetta stabilità

Equilibratura


Quelli che possono sembrare pochi, semplici gesti, sono in realtà frutto di esperienza e competenza acquisite nel corso degli anni. Una perfetta equilibratura richiede sempre attenzione ed impegno.


Operazioni
- Utilizziamo attrezzature omologate CEE
- Correggiamo gli squilibri impiegando i pesi adatti al tipo di cerchio
- Verifichiamo il risultato dell’equilibratura ed eventualmente la perfezioniamo (quando è necessario eseguiamo l’equilibratura di “finitura” a ruote montate)
- Posizioniamo la ruota e serriamo i dadi con chiave dinamometrica


Benefici
- Miglior comfort di guida: assenza di vibrazioni
- Maggiore durata dei pneumatici e degli organi meccanici

Assetto (geometria e convergenza)


Regolare i valori geometrici e riportare l’assetto delle ruote ai livelli ottimali è una delle operazioni più complesse. Un lavoro che i nostri tecnici eseguono
utilizzando attrezzature tecnologicamente avanzate, tenendo conto delle tue esigenze di guida, delle indicazioni delle case costruttrici ed avvalendosi dell’esperienza acquisita nel corso degli anni.


Operazioni
- Misuriamo gli angoli di assetto
- Regoliamo gli angoli ai valori prescritti dal costruttore del veicolo
- Verifichiamo la messa a punto dell’assetto provando il veicolo su strada
- Ti informiamo sui risultati dell’operazione e ti consegniamo il resoconto stampato


Benefici
- Migliore stabilità e precisione di marcia della vettura
- Precisione di guida
- Usura regolare e conseguente maggiore durata dei pneumatici


Consumo del battistrada
Anche il consumo non uniforme del battistrada può influire su equilibratura e convergenza del vostro veicolo di seguito riportiamo due grafici che illustrano il consumo del battistrada in base ai due principali motivi di usura.

 

Come conseguenza della temperatura

Come conseguenza della velocità media

 

A proposito di rotazione dei pneumatici


Se l'usura dei pneumatici procede regolarmente, con le sole differenze dovute ai diversi carichi e forze agenti sugli assi, non è strettamente necessario effettuare la rotazione.
In questo modo, sulle trazioni anteriori si consumeranno prima le gomme davanti; sostituendole, è bene montare le nuove al retrotreno, per due motivi: si migliora la stabilità della vettura e si usurano in tempi relativamente brevi le coperture originariamente montate dietro, che altrimenti invecchierebbero con poca usura, manifestando, nei casi peggiori, distacchi nella carcassa.


Lo scambio dei pneumatici tra gli assi (quelli davanti vanno montati dietro e viceversa, senza incrociarli) uniforma il consumo e porta alla sostituzione dell'intero treno di gomme, il che garantisce un comportamento stradale più equilibrato e pone al riparo da soluzioni "miste" quando si sostituiscono una o due coperture e non è più reperibile il tipo ancora montato sull'altro asse.


Per contro, con l'inversione non si evidenziano eventuali imperfezioni nella regolazione dell'assetto che potrebbero portare a usura irregolare del battistrada. Nel caso lo si voglia compiere, lo scambio va fatto a intervalli regolari, di 5/10.000 km in caso di usura irregolare, e a percorrenze doppie se tutto è a posto e si adotta una guida tranquilla.


Di seguito riportiamo alcuni esempi di rotazione in funzione dei pneumatici montati

Gionata Biagioli

In Evidenza
20/02/2008
News

Attivo il nuovo ed esclusivo servizio di Biagioli Carservice per la prenotazione online di appuntamenti.

News
21/02/2008
News

Da oggi organizzare Il SERVICE per la tua automobile non è più un problema.

 

Contatti: 335764
AGG.: 30/05/2010
NaNpx; border:1px solid #eeeeee; background:#f5f5f5;' id='banneralt'>

Biagioli

  • Valid XHTML 1.0 Strict
  • Valid CSS
  • Level A conformance icon, 
						  W3C-WAI User Agent Accessibility Guidelines 1.0
info@biagiolicarservice.it